La retina è la membrana più interna dell'occhio ed è composta da cellule fotosensibili che hanno il compito di trasformare i raggi luminosi in segnali elettrici destinati al cervello.

Il distacco della retina è quindi tra le patologie più gravi dell'occhio e, se non è curata precocemente, può portare in breve tempo alla cecità: quando la retina si stacca dall'epitelio, le cellule fotosensibili non ricevono più sangue ed ossigeno per nutrirsi, quindi dopo appena 48 ore, inizia la morte cellulare (necrosi) che porta ad una progressiva perdita della vista.

Il distacco della retina può essere di diversi tipi:

  • Distacco della retina regmatogeno, una rottura retinica permette l’infiltrazione di liquido sotto la membrana.
  • Distacco della retina trazionale, il distacco è causato da formazioni sulla superficie della retina a seguito d’ischemia retinica, diabete o retinopatia precoce.
  • Distacco della retina essudativo, delle rotture vascolari o delle infiammazioni formano liquidi sotto la retina.
  • Altre forme miste.

distacco retina

Come accorgersi del distacco della retina

Una persona che s’imbatte nel distacco della retina, in genere, avverte dei chiari segnali di allarme nei giorni precedenti al distacco vero e proprio. Queste avvisaglie possono essere lampi di luce improvvisi, corpi fluttuanti nella visione (detti anche mosche volanti) e veli d'ombra sul campo visivo.

Per evitare inutili allarmismi, si precisa che è assolutamente normale visualizzare di tanto in tanto qualche mosca volante così come rappresentata in figura, se si sospetta di soffrire di distacco della retina, tuttavia è consigliabile farsi visitare dall’oculista il prima possibile. Se il distacco della retina non viene curato in tempo, può portare alla cecità in meno di 48 ore.

Per verificare la causa del problema e diagnosticare il distacco della retina, l'oculista effettua un'ecografia oculare, una volta definita la causa, può classificare la tipologia di distacco e quindi procedere con l'intervento.

Trattamenti, cure e interventi per il distacco retinico

Il distacco della retina dev’essere operato il prima possibile per evitare danni permanenti all'occhio e perdita della vista. A seconda delle cause e della gravità del distacco retinico si può procedere in diversi modi: in caso di rottura retinica e distacco lieve, l'oculista utilizzerà l'Argon Laser per cicatrizzare la lesione ed evitare al liquido di insinuarsi sotto la retina; in caso di distacco retinico grave, si deve procedere con la microchirurgia oculare che puo essere sostanzialmente di 2 tipi:

  • AB-interno (vitrectomia)
  • AB-estenro (episclerale)