L'Argon Laser viene utilizzato nelle operazioni dell'occhio per la sua azione fotocoagulante, con esso si provocano delle cicatrizzazioni nei tessuti. L'argon laser viene utilizzato soprattutto negli interventi che riguardano la retina, come nei casi di foro retinico, retinopatia diabetica, distacco della retina, nelle maculopatie essudative e in alcuni casi di glaucoma. Nel caso di interventi alla retina, l'Argon laser viene utilizzato per fotocoagulare il sangue creando delle cicatrizzazioni sulla retina.

La fotocoagulazione può servire per eliminare delle strutture dannose, come nel caso del proliferare dei vasi sanguigni anomali (retinopatia diabetica proliferante, degenerazione maculare senile) o per rafforzare la retina in alcuni punti utilizzando la cicatrizzazione, come nel caso di lesioni alla retina che rischiano di provocare il distacco di essa. L'Argon Laser viene utilizzato anche nei casi di glaucoma quando è necessario eseguire dei fori per il deflusso dell'umor acqueo in eccesso al fine di ristabilire una pressione oculare normale. La Trabeculoplastica Argon Laser (ALT) è stata superata dalla Trabeculoplastica Laser Selettiva SLT (meno invasiva, più efficace e con meno rischi). L'inervento ad Argon Laser viene effettuato in ambulatorio, l'occhio del paziente viene anestetizzato con l'utilizzo di un collirio anestetico e l'operazione si svolge nel giro di pochi minuti.